martedì 12 ottobre 2010

LE "FREGNACCE" DELL'ASSESSORE


Tutta tesa a cementificare il territorio aresino, (stasera, in un colpo solo, si deciderà sull'accordo di programma per l'area ex-AlfaRomeo e per il nuovo quartiere Arese Sud) la giunta edificatrice appoggiata da un consiglio comunale zerbino si è dimenticata della scuola aresina e delle promesse pre-estive.
 
Oltre alla scuola media Pellico, sempre imbarcata durante gli acquazzoni, (qui e qui la stampa) anche del Piedibus per le scuole elementari non c'è più traccia.
L'importante è dare fiato alle trombe delle promesse ma soprattutto accontentare i propri veri referenti politici cui si deve ossequiosa devozione!  Il resto ... sono solo "fregnacce" (per riprendere il linguaggio di un assessore).
 
Forse in alcuni paesi a sistema di governo tribale potrebbe essere più probabile vedere un uomo politico  rispondere in così malo modo e con male parole ad un altro uomo politico che aveva la sola intenzione  - legittima e prevista - di fare delle osservazioni. Ma il nostro uomo è degno anche di un altro trofeo, quello di ribaltare la frittata, replicando senza aver ascoltato: anche questa è specialità di una tradizione poco civile.
Tutto ciò  è davvero capitato  ad Arese, al consiglio comunale del 28/09/10 durante il dibattito sul cimitero! (sono seguite le scuse, ovvio)
Tale primatista gioca a creare tensione per distogliere dalla perdita di consenso? Sembra  la pratica, come quella della provocazione, di chi si trova in difficoltà e spara a sorpresa. 
 
Noi GrilliAresini continuiamo a chiedere le dimissioni dell'assessore Crisafulli, che riteniamo  un vero artefice di promesse non mantenute e grande venditore di fumo.

Nessun commento:

Posta un commento