sabato 2 gennaio 2016

Adunanza aperta del 7 gennaio sulla viabilità: aperta a chi se non ai cittadini?

A leggere l’ambiguo Art. 56 del Regolamento del Consiglio Comunale, sembrerebbe che solamente il Presidente, sentito il Sindaco e la Conferenza dei Capi gruppo, possa convocare l'adunanza APERTA.

Durante la seduta consigliare del 22 dicembre u.s., in merito alla mozione del M5S che chiedeva di estendere ad un quinto dei Consiglieri e ad almeno 500 cittadini la possibilità di chiederne la convocazione, la Presidentessa del Consiglio argomentava che l’adunanza aperta, rientrando nella categoria delle adunanze straordinarie, può anche essere convocata da almeno un quinto dei Consiglieri come da Art 16.2 dello Statuto o da Art 25.1 dello stesso Regolamento.

I cinque consiglieri di opposizione presenti in aula (Udc, Fi, Lega e M5S) coglievano la palla al balzo accordandosi per presentare al Protocollo il giorno successivo una richiesta di convocazione di Consiglio Aperto avente per oggetto il problema della viabilità cittadina.
La richiesta è stata prontamente accolta e il Consiglio Aperto sulla viabilità, da tenersi entro 20 giorni dalla data della richiesta, è stato convocato dal Presidente del Consiglio per il prossimo 7 gennaio 2016 ore 21, con il seguente ordine del giorno"(a) presentazione del progetto di viabilità e i suoi ultimi adeguamenti;  (b) Valutazione dei pro e contro della viabilità ad ora messa in opera; (c) Valutazione della reale sicurezza della viabilità appena modificata." 
Naturalmente la cittadinanza è invitata alla Partecipazione.

In merito alla partecipazione dei cittadini, ai quali secondo noi dovrebbe essere dedicato il Consiglio aperto, al comma 3 dell’Art. 56 leggiamo “Il Presidente può far intervenire anche i singoli cittadini.”  Ci auguriamo che, come richiesto dal ruolo di superpartes, la nostra Presidentessa accorderà la parola per un tempo adeguato a quanti chiederanno di intervenire.  Se così non fosse, il M5S farà da Portavoce: potete consegnarci eventuali vostre brevi domande o pareri o commenti che saranno letti.

Per inciso informiamo che in sede di discussione al Consiglio Comunale abbiamo deciso di ritirare la nostra mozione in attesa che venga approvato nei prossimi mesi il nuovo Statuto Comunale.
Sempre per inciso facciamo presente che al Comune di Saronno per convocare un Consiglio Aperto sono sufficienti le firme autenticate di 300 residenti, coma da Art. 32 del regolamento (leggi qui).

1 commento:

  1. Stupenda l’esibizione del solito piddino che, pensando di averci colti in castagna, ci ha rimproverato per aver presentato una mozione quando avremmo dovuto rivolgerci alla apposita Commissione; probabilmente non ha ancora realizzato che noi la fiducia nelle commissioni l’abbiamo persa da un pezzo!!!!
    Aurelio

    RispondiElimina