venerdì 30 settembre 2011

TUTTI A CASA

Arese 5 Stelle appoggia il CSGA - Comitato Spontaneo dei Genitori di Arese - nella Manifestazione Tutti a Casa che si terrà il 15 ottobre alle ore 10.00 con partenza da Piazza Carlo Alberto Dalla Chiesa (per ripulire la città, portare un fazzoletto bianco o meglio delle scope).

Ci uniamo anche a noi al CSGA, a DifendiamoArese, PD, IDV, SEL, Comitato Utenti del Cimitero, CGIL, CISLUIL, COBAS, NoExpo, NoChiappini,  LegaAmbiente, LegaNord, il PopoloViola, gli Indignados, il comitato panettieri, gelatai uniti, etc. etc. ed invitiamo tutti a portare con sé un piccolo vocabolario di italiano oppure una lampadina per “illuminare” il nostro vicesindaco.



3 commenti:

  1. Confermate con questa email che alzate solo polveroni
    Però almeno è divertente !

    RispondiElimina
  2. Fino al prossimo decreto legge c'è ancora libertà di pensiero... GODIAMOCELO QUESTO MOMENTO caro anonimo!

    MAX

    RispondiElimina
  3. Riceviamo la seguente dall'amico Giorgio Fiorini:

    Il “Comitato spontaneo genitori di Arese” si è formato come elemento di informazione per i cittadini e catalizzatore di iniziative per la soluzione delle problematiche che si affacciano sul territorio. Con particolare riferimento a tutto ciò che riguarda i giovani. Non aspira a confrontarsi con le forze politiche e si pone trasversalmente alle stesse, come un comitato civico dovrebbe esprimersi per funzione propria. La responsabilità della vita della città e del territorio non può certamente ricadere solo sui suoi amministratori: tutti sono responsabili di tutto. Ma è compito degli amministratori mettere i cittadini e le associazioni nelle condizioni di dare il proprio insostituibile contributo a beneficio di tutti. Questa prerogativa va considerata soprattutto nei confronti delle nuove generazioni. Ciò che fa la differenza in un classe politica, sia a livello centrale che locale, è il saper coniugare gli interessi e le domande particolari con una visione più generale. Proprio quest'ultima caratteristica deve far agire i nostri amministratori compiendo scelte che devono essere funzionali al benessere fisico, culturale ed etico dei nostri figli e nipoti. L'attuale Amministrazione aresina è in grado di ottemperare a tale compito? Scusandomi per il profilo retorico della domanda, vi invio un caro saluto.
    Pallino
    PS. Quanto sopra dovrebbe trovare coinvolgimento anche negli amici residenti in cittadine limitrofe. Il proprio "territorio" non deve essere considerato, nel nostro caso, quello strettamente indicato dai cartelli lungo la Varesina (certe segmentazioni territoriali sono importanti solo per chi lavora nottetempo lungo la statale). Ponendo, come esempio, le attività sportive per i giovani (e non solo per loro), una efficiente struttura adibita alle stesse in Arese è utile anche per i bollatesi. Così come è importante per uno dei miei nipoti avere a disposizione una
    buona struttura di "softball" in Bollate.

    RispondiElimina