martedì 24 aprile 2012

25 Aprile senza partigiani? Roba da Chiodi!

Le celebrazioni del 25 aprile senza la possibilità di parola ai partigiani (qui la notizia). Il commissario prefettizio HAL9000 Chiodi ha deciso così. Fare parlare i partigiani sotto le elezioni potrebbe urtare la già debole sensibilità dell'elettore aresino dormiente.

Probabilmente per i prossimi anni, all'avvicinarsi delle elezioni, il monumento ai caduti verrà coperto per dare risalto alla futuristica piazza che fa cagare, questo per ricordare agli elettori la direzione in cui sta andando la memoria dell'Italia.

Probabilmente via Piave e Montegrappa saranno rinominate per fare spazio ad altri più nobili personaggi dell'OPUS DAY.


Noi del Movimento 5 Stelle di Arese siamo contrari a questa presa di posizione da parte di un vicario non eletto che non ci rappresenta che decide di non far parlare chi invece rappresenta il nosto passato, presente e futuro. Saremo presenti in piazza con le dovute rimostranze. Suggeriamo inoltre al facente funzione di non indossare il tricolore in quanto in esso è racchiusa la storia delle persone a cui sta negando la parola.


W L' ITALIA!





5 commenti:

  1. Semplicemente grandiosi......avanti tutta!!!

    Limbiate 5 Stelle
    Marco Rossini

    RispondiElimina
  2. "Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione."Art.21 della Costituzione.
    Durante il 25 aprile come gruppo Movimento 5 Stelle di Arese non organizzeremo alcuna manifestazione. Ognuno, in quanto persona, potrà, se lo vorrà, esprimere il proprio pensiero come lo ritiene più opportuno.

    RispondiElimina
  3. Infatti, abbiamo espresso liberamente il nostro pensiero volgendo le terga all'oratore.

    Unici, a parte lo Slai Cobas, ad avere il coraggio di protestare mostrando le nostre facce, oltre naturalmente a mostrare il posteriore.

    Aurelio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sig. Aurelio, come Beppe Grillo ben insegna, le tecnologie informatiche permettono a chiunque di filmare e di mettere qualsiasi filmato nella rete rendendolo visibile a chiunque. Conseguentemente, anche le bugie vengono presto messe allo scoperto quando esistono filmati e questo è anche il nostro caso. E' un peccato lei abbia voluto mentire su un fatto tanto bello e significativo per la storia di arese sostenendo che solo voi e lo Slai Cobas avete avuto il coraggio di protestare. Si è dimenticato di dire che anche l'Anpi e gli esponenti della sinistra, e non solo, presenti in piazza l'hanno fatto. Buona parte della piazza, prima che iniziasse a parlare E. Chiodi, ha iniziato ad intonare Bella Ciao ed all'inizio dell'intervento gli ha girato le spalle, con o senza cartelli. Mi è sembrata una risposta bellissima all'arroganza che impediva all'Associazione dei Partigiani d'intervenire nella giornata del 25 aprile che simboleggia i sacrifici, le solidarietà, le lotte, le morti e le torture subite da tanti italiani per riportare il nostro paese alla democrazia. Capisco che siamo in piena competizione elettorale, ma mi sembra un vero peccato che si voglia insozzare un momento tanto importante con bugie e mediocrità di bottega. Aggiungo che non mi aspettavo e spero di sbagliarmi, che chi tanto esalta la rete come strumento di democrazia, potesse inibire l'accesso ai commenti a persone ritenute scomode, come nel mio caso, nonostante non abbiano mai ricorso alla maleducazione. Ieri ho tentato più volte da un altro computer di scrivere questo mio commento, ma venivo continuamente reindirizzata altrove, un vero peccato, voglio pensare fosse un problema di server!

      Elimina
  4. Che tristezza!!!
    Una mattina mi son svegliato e non ho trovato l’invasor (di quelli ne abbiamo purtroppo tanti) ma una lettera anonima, di una gentile signora che, non avendo il coraggio di mostrare se non la faccia almeno le iniziali del nome, mi insulta accusandomi di mentire, di insozzare un momento tanto importante con bugie e mediocrità di bottega. Ammetto che certamente, nella massa dei dimostranti, qualcuno di sinistra a voltare le spalle all’oratore c’era (ritengo Sinistra per Arese che dalla mia posizione non riuscivo a visualizzare) ma purtroppo la netta sensazione che io ho riportato da quella splendida mattinata era che la sinistra, per sua scelta, avesse scelto di non partecipare alla protesta tant’è che qualcuno da noi interpellato aveva cortesemente rifiutato i cartelli da noi predisposti. Per favore teniamo l’ANPI, parte lesa, fuori dalla diatriba, ne ho troppo rispetto. Pertanto, checchè lei abbia da ridire io fondamentalmente, da buon testardo montanaro, rimango delle mie idee
    In merito all’accesso ai commenti la prego di non meravigliarsi, personalmente ho impiegato 15 giorni prima di riuscire a inserirne uno.
    Aurelio

    RispondiElimina