martedì 18 settembre 2012

CARTA STRACCIA



6994 voti contrari all'AdP (80.26% dei voti validi) sono CARTA STRACCIA?
Anche 19.000 lo sarebbero, così ha affermato il commissario prefettizio durante il colloquio con i nostri rappresentanti. Ci sembra davvero incredibile che si possano intendere le cose in questo modo!! 
Il punto chiave è che la sovranità è del POPOLO (art. 1 della Costituzione) e se in 17 anni non si è trovata una soluzione, la responsabilità NON E’ DEI CITTADINI CHE NON APPROVANO!

E' incredibile, è il mondo all’incontrario! 
Vi risulta che se Agnelli non approva il piano industriale della Chrysler/FIAT, Marchionne può licenziare Agnelli da proprietario? Dunque, con un po’ di umiltà, il commissario dovrebbe fare proprio il contrario. Tener conto del parere dei cittadini (già espresso) o consultarli di nuovo con un Referendum e, se contrari all’ AdP, RASSEGNARSI a non firmare. Altro che storie! Questa è la democrazia vera.

Cari concittadini, questa è l’accusa che perseguita giornalmente il M5S: populismo! Ma ne siamo fieri, crediamo nel popolo e nelle  scelte CHE PROPONE. Non è sempre vero che come cittadini deleghiamo agli "esperti" e non ci interessiamo della "cosa comune"  ma , come dice De Gregori, “quando c’è da scegliere la gente te la trovi tutta lì, ed è per questo che la storia dà i brividi, perché non la puoi fermare”. 
Noi crediamo nella DEMOCRAZIA, altro che populismo!



Tanto per rispolverare la memoria, cinque anni fa, l'8 settembre 2007, si svolse il V-Day, un evento che vide centinaia di migliaia di cittadini riempire le piazze italiane per dire basta a una politica che non si vergogna di essere rappresentata da condannati, fatta da nominati non scelti dai cittadini ma dalle segreterie di partito e che non garantisce un adeguato ricambio generazionale. In una giornata furono raccolte 350.000 firme per una proposta di iniziativa popolare che chiedeva: 1) Nessun cittadino può candidarsi in Parlamento se condannato in via definitiva, o in primo o in secondo grado, o in attesa di giudizio. 2) Nessun cittadino può essere eletto in Parlamento per più di due legislature. 3) I candidati al Parlamento devono essere votati dai cittadini con la preferenza diretta.
Dopo 5 anni le firme raccolte sono ancora lì, chiuse nelle scatole, accatastate nelle cantine del Senato, senza che la proposta di legge sia stata discussa in aula. Per la discussione in aula c’è tempo fino al 2013, poi con la nuova legislatura la proposta di legge decadrà e le firme non avranno più alcun valore. ECCO COSA PENSANO I GOVERNANTI DELLE NOSTRE OPINIONI!  

Caro commissario, si può e si deve operare per il bene della COMUNITA'. 
Concludiamo solo per ricordare che il M5S aveva proposto in Agosto un appoggio funzionale e a tempo, per aiutare Ravelli, eletto dai cittadini, a realizzare i punti del suo programma comuni alla maggior parte dei partiti: fra questi, anche il rifiuto dell’attuale AdP ma siamo stati subito messi alla gogna per  “collaborazionismo”. 
Sarà, noi ragioniamo da cittadini e ci sembrava una proposta di buon senso.
Adesso speriamo davvero che i loquaci rappresentanti dei vari e potenti partiti portino a casa il rifiuto alla firma dell’AdP attuale, come hanno promesso ai cittadini.



1 commento:

  1. Notevole la parte del numero che parla sul sospetto legato alla strategia di arrivare al commissariamento (vedi La faraona): "a pensar male si fa peccato, ma a volte si azzecca".
    Così pure sull'avvocato S., fulminato sulla strada che porta alla zona di Arese Sud, mentre passava sotto i tralicci dell'alta tensione.
    Piloni che abbondano in zona in numero pari a quello delle prostitute. Queste ultime dovranno ringraziare il trio Pdl, Udc, Lega (come lo facciano poi lo decideranno in seguito) che a suo tempo avevano
    approvato il "Piano integrato di intervento":
    avranno anche giardini con fontanelle attrezzati per loro attività notturne, proprio a due passi.

    RispondiElimina