sabato 8 dicembre 2012

DEMOCRAZIA DAL BASSO


"Oggi si sono concluse le “Parlamentarie”, le votazioni per le liste dei candidati a 5 Stelle per il Parlamento italiano. I voti disponibili erano circa 95.000 per 1.400 candidati presenti in tutte le circoscrizioni elettorali incluse quelle estere. Dai primi dati si vede una netta affermazione delle donne, infatti su 31 capilista 17 sono donne, il 55%. Le votazioni si sono svolte solo on line e il M5S è il primo movimento o partito politico nel mondo a eleggere i suoi rappresentanti in Parlamento attraverso Internet, questo mentre in Italia non esiste neppure il voto di preferenza. Un grazie allo staff per l’organizzazione e per tutti gli attacchi che ha dovuto subire (informatici e mediatici). I candidati dovevano disporre dei seguenti requisiti: nessuna condanna penale, non aver fatto due mandati elettivi, non essere iscritti a un altro partito, risiedere nella circoscrizione elettorale dove è stato votato. Ogni candidato ha avuto a disposizione uno spazio sul portale del M5S per il suo curriculum, una dichiarazione di intenti, video, collegamenti ai Social Media dove è presente. Le votazioni sono state gratuite, così come lo è l’iscrizione al M5S. I votanti dovevano essere iscritti al M5S al 30/09/2012 con documenti digitalizzati attestanti la loro identità. La procedura di voto era molto semplice, ogni votante poteva votare, dopo aver valutato i candidati della sua circoscrizione a cui accedeva automaticamente. Dopo la valutazione poteva esprimere tre preferenze. I votanti riceveranno conferma delle preferenze accordate alla compilazione finale delle liste per Camera e Senato per verificare la correttezza del loro voto. Da oggi gli elettori italiani potranno quindi conoscere i nomi dei candidati delle loro circoscrizioni e valutarne le capacità e l’onestà, questo alcuni mesi prima delle elezioni politiche al contrario di ogni partito politico. Inoltre, nel 2013, prima delle elezioni, tutti gli iscritti con documenti certificati (iscrivetevi al M5S!) potranno partecipare alla stesura on line del programma elettorale del M5S. Ci vediamo in Parlamento. Sarà un piacere." Beppe Grillo tratto da www.beppegrillo.it del 7.12.12.

Il cambiamento sta avvenendo.  
Il futuro del nostro paese è in mano a tutti noi, attraverso i nostri portavoce. 
QUI  Regione per Regione tutti i video dei candidati più votati.
Ed ecco la più votata in Circoscrizione 1, Lombardia. 




13 commenti:

  1. Se il M5S in cabina elettorale otterrà voti previsti dai sondaggisti dal 15....20% vuol dire che stiamo parlando di una base elottarale di 6,5....8,5 milioni di Italiani con questo dico semplicemente che 95.000 grillini registrati rappresentano lo Zero Vigola e di conseguenza la tanto decantata Rete ancora una volta non è pervenuta.Come avviene anche nei partiti la base non conta nulla ma ci sono parenti ed amici che hanno favorito questa fase iniziale, ma la base fortunatamente c'è e dobbiamo attendere le votazioni vere anche se rimarrà il Porcellum. Come fanno tutti si enfatizza un risultato scarso e non si ha il coraggio di fare un pò di autocritica salutare per il futuro; dato che è evidente che si è in una fase molto sperimentale e lo staff di B.G.mostra tutti i limiti organizzativi per eventi impensabili e poco prevedibili di questa dimensione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. caro Tony, 95.000 grillini registrati sono pochi ma tieni presente che ad Arese due anni fa come attivisti del movimento eravamo ben sei cioè lo 0,0003% degli aresini, abbiamo anche avuto problemi a trovare 11 candidati,eppure il movimento ha ottenuto l'11% dei voti. purtroppo come sai la gente preferisce non impegnarsi e delegare. d'altra parte ritengo giusto limitare le votazioni agli iscritti entro una data certa onde evitare infiltrazioni dei soliti arrivisti. ci saranno anche dei limiti organizzativi ma devi ammettere che dal punto di vista della democrazia dal basso è un grande successo, i candidati li abbiamo scelti noi, non sono stati imposti da Casaleggio quale segretario del partito. ti pare poco??
      Aurelio

      Elimina
    2. Caro Aurelio perchè fai finta di non capire quello che volevo dire??? Intitolare DEMOCRAZIA DAL BASSO mi sembra spropositato meglio era DEMOCRAZIA TRA GLI ISCRITTI io ad esempio che sono un simpatizzante del M5S e non ho potuto esprimere liberamente il mio voto e ciò è avvenuto anche nelle primarie PD dovevi............. Mi chiedo quei svariati milioni di simpatizzanti M5S non fanno parte della Democrazia dal Basso sono tutti infiltrati non graditi ??? ma se non graditi chi eleggerà quei candidati baciati dalla fortuna di parenti ed amici che si troveranno in parlamento domani???.

      Elimina
    3. Caro Tony, scusami ma io sono un semplice e fatico a interpretare i tuoi pensieri. Diamo per scontato che i candidati, per evitare infiltrati dell'ultimo momento, debbano essersi iscritti al movimento entro una certa data (avevano chiesto anche a me se volevo candidarmi, mi sono fatto una risata e ho risposto di no). Tu, se ho capito bene, lamenti il fatto che la scelta dei candidati sia limitata alla casta privilegiata dei 95.000 iscritti al movimento (anzichè al segretario di partito) e vorresti invece estendere il voto a tutti i simpatizzanti. Concordo che sarebbe sicuramente molto meglio e molto più democratico ma ritengo ci sia di mezzo l'enorme problema tecnico, per ora non risolto, di come fare a controllare su internet i voti dei soliti Giuseppe Verdi o Mazzini o Garibaldi etc etc. Sicuramente col progresso della rete un domani questo sarà fattibile ma, visto anche che circolano malignità circa possibili brogli telematici, per ora ritengo preferibile che a votare i candidati sia gente fidata e facilmente controllabile quali gli attivisti di lunga data. Non ti pare un notevole passo in avanti? Non abbiamo purtroppo forze e strutture tali da poter estendere la scelta dei candidati a quelli che in rete non ci vanno come fa ad esempio il PD con le primarie.
      Aurelio

      Elimina
    4. Ciao Aurelio. La mia critica non è aver scelto i candidati tra i 95 mila icritti al M5S e con qualche prerequisito, ma parlando di Democrazia dal basso per quanto riguarda le votazioni delle Parlamentarie, per me sono criticabili se queste siano state esercitate tra pochi intimi. Io critico il fatto che se si voleva dare un significato ampio di democrazia partecipata fatta da comuni cittadini come si vuol fare credere bisognava dare ampie possibilità di esercitare attraverso il voto nelle varie forme possibili oggi attraverso email, sms ecc....Il voto doveva essere esteso a chiunque lo desiderasse, mi dici a cosa servono i video di presentazione come quello sopra inserito se poi, non mi si dà la possibilità non essendo icritto e non conoscendo di votare Paola ??? Aurelio Tutto qui, lo so che non riesco a farmi capire è un mio limite e non riesco ad essere più chiaro nei miei commenti, Scusami.

      Elimina
    5. Tony, continuo a non capirti.
      1- non è possibile per ora controllare le votazioni online dei non iscritti: di gente che cerca di screditarci ne ho vista anche troppa, figuriamoci se gli forniamo qualche appiglio
      2- non abbiamo mezzi e strutture per far votare per strada i simpatizzanti

      Secondo te cosa avremmo dovuto fare fare? per favore alle facili critiche preferirei validi suggerimenti
      Aurelio

      Elimina
    6. Aurelio forse ti è sfuggito ma il mio suggerimento l'ho già espresso sopra in maniera semplicistica ed ovviamente puoi anche non condividerlo ma resta la mia convinzione che se si parla di democrazia da basso occorre adottare altri criteri.
      Sono comunque contento che il dibattito si sia animato un pò spero in molti altri interventi che purtroppo non ci saranno peccato. Ciao Aurelio

      Elimina
    7. Stiamo portando avanti con successo il classico discorso fra sordi; io purtroppo lo sono, lo sei diventato anche tu? Vedo che continui a ragionare a sensazione, senza approfondire il problema come da tuo carattere, per te tutto è semplice e facile. Leggiti questo articolo: http://www.repubblica.it/politica/2012/12/10/news/grillo_primarie-48431658/?ref=HREC1-2
      Ci stanno facendo a pezzi per brogli immaginari avendo fatto votare solamente gli iscritti, immagina quale spargimento di sangue se avessimo esteso le votazioni a tutti...
      Ciao, Aurelio

      Elimina
    8. Ciao Aurelio tanto io e te non ne veniamo a capo, nel mio piccolo cerco di documentarmi e lo so benissimo che tu leggi e ti documenti molto ma se per mia formazione mentale e forse poco culturale intravedo scarsa trasparenza nei fatti e che emergono MALUMORI SOSPETTI DI SCARSA TRASPARENZA tra gli stessi iscritti non sono mie invenzioni e quindi io mi sono semplicemente permesso di esprimere una valutazione del tutto personale che non è assolutamente detto che debba essere condivisa. Io penso che le PARLAMENTARIE siano state un vero flop di Immagine in relazione al 20% di consensi accreditatoci da illustri sondaggisti, vediamo stasera La7 se ci sarà una perdita di consensi, poi se per te è stata una grande espressione di Democrazia dal Basso ne predo atto.
      NB. mi rendo conto benissimo che il M5S è un osservato speciale è B.G. che fa finta di niente. Repubblica.it l'apro quasi tutte le mattine : L'articolo: M5S, le mani di Grillo e Casaleggio sulla macchina delle primarie in parte lo condivido per quanto attiene alla certificazione di terzi ed alla trasparenza mentre non condivido le ipotetiche manipolazioni.
      Il nostro non è un discorso tra sordi ma solo che i miei approfondimenti ne ricavo deduzioni diverse dalle tue e penso che tu sia un po troppo tifoso e vedi falli da rigore che io non vedo quindi non siamo Sordi ma Ciechi. per quanto riguarda la sordità sabato ho fatto comperare le cerette pe la pulizia del cerume e ti assicuro che funziona ora ci sento meglio. Ciao Aurelio vedi è venuto anche la rima.

      Elimina
    9. Sempre più perplesso, prima affermavi che "bisognava dare ampie possibilità di esercitare attraverso il voto nelle varie forme possibili oggi attraverso email, sms ecc" adesso intravedi scarsa trasparenza??? Meglio se lasciamo perdere. Io spero solo che Beppe dimostri come sono andate le votazioni al limite mettendo in rete le votazioni di ciascuno di noi. Della privacy del voto in questo caso me ne frego, io ad esempio ho votato per Sergio, Cicerone e Carinelli. Stammi bene
      Aurelio

      Elimina
    10. Scusami tanto Aurelio ma non puoi addebbitarmi cose non dette confermo che bisognava dare ampie............. la mancata trasparenza è riportata in alcuni articoli oltre ai malumori degli iscritti ed io ho detto senmplicemente che in parte li condivido vedo che aspetti che B.G. debba dimostrarti qualcosa????
      Mi dispiace che tu dica è meglio se lasciamo perdere. Abbiamo movimentato un pò questo blog. Ciao Aurelio perplesso lo sono anchio

      Elimina
  2. Ritengo invece che sia stato un buon metodo, questo delle parlamentarie. Inevitabilmente sono state votate le persone più attive e preparate, giovani e donne; e gli elettori attivi sono gli attivisti che hanno partecipato in questi ultimi anni del M5S.
    Respinti, almeno per ora, gli infiltrati, i parenti, e quelli poco competenti. Sicuramente da migliorare. Tony, vatti a vedere i video delle persone più votate, e poi dimmi se non ti cresce la speranza di cambiamento. Guarda caso, anche il PD ora vuole seguire lo stesso metodo. Hanno capito che , se vogliono vincere, devono copiarci. Per me un grande prova di partecipazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sergio. Come sai sono un simpatizzante del M5S, criticone ed altro e non vale la pena ripeterlo qui, tuttavia anche le regole del PD come quelle di Grillo hanno poco di democratico ma è il mio modestissimo parere e visto che posso farlo non perderò di certo l'occasione per ribadirlo. Sai anche che ho sempre manifestato la sensazione per me evidente che il consenso sarebbe esploso, ma al fine che il tutto non si traduca in una bolla di sapone è bene sempre a mio avviso mantenere un minimo livello di attenzione.Infine la grande prova di partecipazione deve ancora avvenire e sono certo che non sarà la rete a manifestarcelo ma sarà la rabbia di milioni di italiani a manifestarla con il voto. Ho visto che sei tra i primi 30 in Lombardia 1 anche senza il mio voto, che ti avrei dato volentieri congratulation.

      Elimina