mercoledì 13 febbraio 2013

I COSTI DELLA POLITICA


Le attuali forze politiche stanno ufficialmente prendendo posizione sul rifiuto del finanziamento
pubblico, che è da sempre alla base del programma del M5S.
Non ci è chiaro se davvero ci troviamo di fronte a un mutamento delle posizioni dei partiti, o se, come spesso accade, assistiamo alla solita propaganda pre-elettorale.

La regione Lombardia, durante la prossima legislatura, effettuerà un rimborso di spese elettorali pari a 35 milioni. Il M5S si è impegnato per iscritto - e gli eletti in Sicilia, Piemonte ed Emilia lo hanno già fatto nel 
concreto - a non toccare neanche un euro della somma che gli toccherebbe, oltre 7 milioni nel caso di un  risultato pari al 20%.
Saranno pronti a fare altrettanto?  E, soprattutto, saranno pronti a far sì che la prima legge del nuovo consiglio regionale cancelli completamente tale contributo e riduca gli stipendi?

Questa domanda l’abbiamo posta ieri sera in occasione del confronto fra i candidati organizzato dal Laboratorio di Ricerca per la Politica: per i presenti alla serata, le risposte fumose non lasciano spazio a interpretazioni.
Intanto noi partiamo con un esempio in prima persona: durante la campagna elettorale ci impegniamo a ridurre i costi della politica dimostrando coerenza e serietà.

Investi sul tuo futuro!
 
Fai una donazione con bonifico su
IT24 A050 180160 000000 0153783 
intestato a: Mandatario per Silvana Carcano


1 commento:

  1. Abbiamo già dato usate quelli, tanto se li mangieranno lo stesso o no ???? Un conto è una donazione per utilizzo interno locale un'altro è per utilizzo nazionale che è sempre un pozzo senza fondo. Ma il costo Zero che fine ha fatto???
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/02/16/elezioni-labbuffata-dei-rimborsi-elettorali-455-milioni-se-legislatura-durera-5/502546/

    RispondiElimina