giovedì 17 aprile 2014

THRILLER DEL GIORNO: IL PROGETTO DELLA VIABILITA’ ARESINA.

Il progetto definitivo sulla viabilità ancora non esiste,è sempre in itinere e tale rimane da molto tempo. L'abbiamo richiesto ben 4 volte, tramite regolare acceso agli atti, ma non c’è verso, vogliono tener alto il livello di aspettativa, ansia, incertezza, timore come compete ad un mistery thriller che si rispetti. 

Di recente abbiamo appreso di una tappa obbligatoria in quanto il progetto dovrà essere VALIDATO da ente qualificato. In data 3 aprile l’Assessore Ioli riferiva infatti ad una delegazione del Condominio Arese3 che il progetto si trova in fase di validazione da parte di una società esterna (estranea al contesto di Arese) alla quale è stato affidato l’incarico tramite GARA PUBBLICA. Solamente in seguito a questa operazione il progetto potrà essere considerato DEFINITIVO e quindi reso pubblico. I cittadini avranno quindi la bellezza di 10 giorni per presentare eventuali osservazioni che, se pertinenti e accettabili, potranno essere recepite

Noi, volendo saperne di più su questa GARA PUBBLICA, in data 8 c.m., allo scopo di capire le modalità di selezione della società di validazione, con la ingenuità di sempre abbiamo avanzato, tramite accesso agli atti, le richieste dei seguenti documenti specifici (link):
a. bando per la ricerca del professionista a cui affidare l'incarico di validazione del progetto definitivo-esecutivo della viabilità di Arese
b. link della pagina del sito comunale nella quale il bando è stato pubblicato;
c. atto ufficiale di assegnazione dell'incarico di validazione. 
-atto ufficiale di assegnazione dell'incarico della progettazione definitiva-esecutiva per la viabilità di Arese alla società Errevia s.r.l., per conto della società committente (TEA s.p.a.).

Con nostra somma sorpresa (link) il responsabile dell’Area Territorio e Sviluppo, forse anche lui sorpreso, ci ha candidamente informati di aver chiesto la sopracitata documentazione alla Soc Tea che, come da AdP, è tenuta a progettare e realizzare le infrastrutture viabilistiche, puntualizzando che le verifiche di competenza dell’amministrazione riguardano specificatamente la congruità delle opere. 

Lampante dimostrazione di quanto il burocratese sia lontano dalle esigenze di trasparenza, chiarezza e partecipazione; come se fosse normale che il controllato scelga chi sarà a controllarlo senza che il Comune si preoccupi di supervisionare questa scelta ma neppure si interessi di quello che succede in casa sua. Tant’è vero che anche il collaudo delle opere (vedi lavori di manutenzione del centro sportivo) sarà eseguito da società scelta dall’operatore. A caval donato non si guarda in bocca ma questo della viabilità non possiamo certamente considerarlo un regalo visto il prezzo che dovremo pagare: la vivibilità della nostra ridente cittadina!

Che il Comune in campo AdP non conti una beata mazza lo sapevamo da un pezzo ma c’è un limite a tutto!
E’ ora di cambiare sistema!!!


Nessun commento:

Posta un commento