domenica 5 luglio 2015

LE COMMISSIONI: I POMPIERI DEI CITTADINI!

Ancora in campagna elettorale, l’armata PD - FORUM - UNIONE ITALIANA prometteva di restituire importanza alle Commissioni Comunali. A 2 anni dalle elezioni, questo è in sintesi il risultato.

Sono state avviate 7 Commissioni:


pres. Tamara Croce (8 magg – 4 min)     M5S: Loris Balsamo
pres Andrea Masserini (7 magg - 5 min) M5S: Bruno Carozzi
pres Maurizio Poggi (7 magg- 5 min)      M5S: Marta Repossi
pres. Rossella Ronchi (7 magg – 5 min)  M5S: Barbara Bari
pres Gianluca Arrighi (7 magg – 5 min)  M5S: Marco Rapetti
pres Stefano Ruta (7 magg – 4 min)        M5S: Mauro Intravaia

La prima, quella di gran lunga più importante, si occupa di operare delle scelte di indirizzo nella gestione del territorio e dell’ambiente; è formata solo da Consiglieri Comunali (di maggioranza e opposizione). Purtroppo non è permesso al Consigliere Comunale delegare un tecnico, per cui se non mastica un po’ della materia (che non è proprio roba per bambini), rischia di non capire cosa si dice nella migliore delle ipotesi, di essere allegramente infinocchiato nella peggiore.

Le altre 6 sono formate da cittadini nominati dai gruppi presenti in Consiglio Comunale e hanno per compito di sviluppare temi, idee, progetti da portare a conoscenza della giunta almeno una volta all’anno; si riuniscono più o meno una volta al mese. E’ possibile la partecipazione di uditori esterni MA senza diritto di intervento. Nessuna ha cominciato a lavorare prima di marzo 2014, alcune sono state avviate oltre un anno dopo le elezioni; in TUTTE la funzione di presidente è stata saldamente presa da un nominato della maggioranza. Alcune lavorano bene e producono risultati, altre meno.

E’ ovvio il completo controllo della maggioranza su quello che potrebbe essere un vero strumento di democrazia. Il PD, non solo attraverso le maggioranze che la Legge (giustamente) concede ai vincitori, ma anche attraverso i suoi presidenti, di fronte a proposte anche coraggiose o comunque interessanti che provengono dalla minoranza, può smorzare, ostacolare, ridurre o modificare. Poiché è il presidente che decide la “strada” da seguire, semplicemente calendarizzando argomenti e incontri influisce sulla produttività della commissione indirizzandone il lavoro. Inoltre, la necessaria documentazione per poter lavorare è “fatta cadere” dall’alto “per gentile concessione”, a volte non è disponibile o magari giunge a disposizione in tempi lunghi, come si è visto per esempio in commissione Sostenibilità, Ambiente Viabilità, di cui fa parte chi scrive.
Pertanto capita che proposte pertinenti, ben fatte, realmente innovative siano smorzate o annullate; L’impegno di alcuni viene vanificato da un controllo che spegne, come fosse una burocrazia inventata ad hoc.

Nonostante questo, con il solito stile di trasparenza e impegno che ci contraddistingue, invitiamo tutti i cittadini a scrivere ai nostri (e vostri) rappresentanti per proporre qualunque idea, progetto, necessità. Noi lo proporremo e sosterremo.

PS Bruno Carozzi si è dimesso per protesta dalla sua commissione dopo aver aspettato per oltre un anno la prima convocazione della stessa.


A RIVEDER LE STELLE!

Nessun commento:

Posta un commento