lunedì 19 marzo 2012

UN CENTRO SPORTIVO A CINQUE STELLE

Mentre gli altri fanno a gara a chi ha la risposta migliore per sedersi o non sedersi  intorno ad un tavolo, noi del MoVimento 5 Stelle Arese abbiamo lavorato ed  individuato delle soluzioni "virtuose"  che permetterebbero di mantenere la gestione del Centro Sportivo sotto il controllo dell’amministrazione Pubblica controllandone i costi; riteniamo infatti che le scelte future debbano garantire la gestione PUBBLICA e non ceduta/svenduta  ai privati. 

Una piccola delegazione del M5S Arese si è recata direttamente al Comune di Melzoche ha creato una società partecipata, completamente controllata  dall’Amministrazione Comunale, finalizzata alla gestione del Centro Sportivo che negli anni passati stava andando alla deriva proprio come il nostro CSDA. Volevamo verificare la bontà delle loro scelte, ascoltare direttamente l'iter seguito, capire come si è raggiunto il pareggio di bilancio, e registrare tutte le azioni che hanno rilanciato con successo lo sport cittadino ed il centro sportivo di Melzo.

Qui siamo stati accolti dall’assessore allo sport e alle politiche di mobilità e qualità urbana, Piercarlo Bianchi e dal presidente della società partecipata Promosport Martesana Srl,  Enzo Murador.  Ecco la nostra video-intervista, divisa in tre parti:   parte 1, parte 2, parte 3

Apprezzando la professionalità e la serietà dei protagonisti di questo ottimo esempio di salvataggio di un prezioso spazio comune dedicato allo sport, e condividendo le modalità positive e vincenti della  gestione della realtà sportiva comunale di Melzo, il Movimento 5 stelle Arese indica le seguenti proposte,  per  restituire il CSDA alla città di Arese come fondamentale e storico luogo per lo sport e per il tempo libero, ripristinando le attività sportive, migliorando o ampliandone l’offerta e contenendo i costi. 

1.        Chiusura con il Passato
·        Ripresa in possesso della gestione del centro se non verrà effettuata dal Commissario Prefettizio
·        Liquidazione della società InTeSe perseguendo tutte  le strade possibili per limitarne i costi a carico dell’amministrazione comunale
·        Chiusura della Fondazione F.a.c.s.

2.        Progetto  Sport 
Creare  il Settore/Ufficio Servizi Sportivi  all’interno dell’amministrazione comunale  che dovrà:
·        Definire le politiche di accesso allo sport,  mettendo a  piena disposizione  gli impianti a tutti i cittadini  e alle società sportive/associazioni  presenti sul territorio
·        Redigere un Regolamento di accesso alle strutture per le associazioni sportive, definendo le convenzioni e/o concessioni, le tariffe, le modalità d’uso degli impianti  e i requisiti  delle associazioni
·        Concordare un piano industriale di manutenzione ordinaria e straordinaria. Valutare le priorità in base alle esigenze dei cittadini
·        Pianificare l’incentivazione di promozione sportiva in collaborazione con le associazioni sportive anche di sport attualmente non presenti presso il centro sportivo.
·        Promuovere il volontariato sportivo
·      Tenere sotto controllo la spesa di gestione con azione volte al contenimento dei costi
·      Promuovere la ricerca di sponsorizzazioni di spazi definiti, destinando i fondi agli investimenti.

Dal nostro punto di vista l’unico modo per gestire lo sport in modo equo ed aperto a tutti è quello di non lasciarlo ai privati, ma di creare una struttura di gestione all’interno del comune; sfrutteremo tutte le possibilità offerte dalla legge per andare in questa direzione. Sarà tuttavia necessario valutare la possibilità di creare una società partecipata che possa seguire direttamente la gestione dello sport, come a Melzo. Attualmente la legge (d.l. 138/2011) ne ha limitato la sua applicazione e non sono state definite in modo chiaro le nuove regole.  Allegato: Articolo del Sole24Ore

 

Nessun commento:

Posta un commento