sabato 12 ottobre 2013

I SEGRETI DELL' EXPO


L'area nell'immagine qui accanto si trova alle spalle dello svincolo di accesso alla Milano Laghi, direzione Milano venendo da Baranzate. 
Urbanisticamente è un area del comune di Rho disciplinata dal “Piano dei Servizi”, più precisamente Vpu, “Spazi a Verde Urbano”, come risulta sulla cartografia presente al sito del comune di Rho (leggi QUI). Si trattava di un terreno agricolo, con mucche al pascolo fino a 6 mesi fa. Non ci risulta che la destinazione d’uso sia recentemente cambiata.

Area Expo
Oggi questa area non è più così: sebbene sia ufficialmente esterna al sito dell’Expo, (si può leggere QUI) nel giro di 6 mesi le mucche sono state cacciate via, sono state gettate ampie colate di cemento e si sta realizzando un vero gigantesco quartiere che comprende anche dormitori (come riporta il regolare cartello di cantiere) realizzato TUTTO con container in metallo che, viste le dimensioni, potrà ospitare 300 o 400, forse 500 persone.

Perché?
Noi crediamo che, finite le opere urbanistiche finite le grandi strutture e le opere di movimentazione terra che impiegano notoriamente molte macchine e pochi operai, sarà il turno della realizzazione degli stand, degli edifici e delle opere di finitura degli stessi, lavori che potrebbe convenire appaltare per esempio a lavoratori provenienti da lontano, che vivrebbero nei pressi del cantiere giusto i mesi necessari per completarlo.




 

 

Prima considerazione: ci piacerebbe sapere come è possibile che a Rho si sia approvato un PGT che parla di verde urbano e poi si fanno le città coi container.

Seconda considerazione: se qualcuno vi ha raccontato che l’Expo PORTA LAVORO ALLE IMPRESE DELLA ZONA e voi ci avete creduto, beh, potete presto cambiare idea!

Terza considerazione: anche i Palazzotti di Crespi d’Adda, realizzati nel 1878 (le palazzine di 4 piani in basso nella foto) per ospitare i muratori che avrebbero costruito il famoso villaggio industriale patrimonio dell’UNESCO, erano molto meglio di questo triste formicaio di metallo. In confronto, erano delle reggie!



Non abbiamo proprio imparato a fare 
nulla di meglio in questi ultimi 130 anni?



Nessun commento:

Posta un commento