lunedì 1 settembre 2014

BONIFICHE ED INQUINAMENTO ACQUE


Nel mese di luglio ultimo scorso, il M5S si è attivato per una richiesta di accesso agli atti volta a conoscere la situazione dello stato delle bonifiche dell' area EX-Alfa, in particolar modo per quanto riguarda quelle da sostanze derivanti da solventi, dato che il tristemente famoso reparto verniciature sorgeva proprio dove ora si sta costruendo il centro commerciale (vedi pianta dello stabilimento).

E' noto infatti che il reparto verniciature ha prodotto inquinamento sia dell'aria che del terreno, tanto che ad oggi l' acqua di Arese ha bisogno di essere trattata con filtri a carboni attivi prima di entrare nell'acquedotto.
La risposta alla nostra richiesta di accesso agli atti rinviava a dopo le ferie l'analisi della copiosa documentazione.
Nell'attesa, a chiusura del periodo di ferie, il 26/08/2014 vediamo pubblicare sul sito del comune il report dell'Asl sull'acqua potabile di Arese basato sui dati dei campionamenti del 2013 e pubblicato dalla Asl il 9-06-2014 (leggere QUI).
La pubblicazione da parte del comune è tardiva di quasi 3 mesi, e suscita perplessità l'estemporaneo richiamo alla bontà dell' acqua, in quanto l' acqua destinata al consumo umano deve per legge essere potabile e quindi deve essere trattata e controllata periodicamente.

Il report dell'Asl era stato già preso in esame dal M5S contestualmente alla richiesta di accesso agli atti rilevando i seguenti aspetti:
- i dati riferiti alla presenza di tetracloroetilene e tricloroetilene (sostanze tipicamente derivanti dai solventi cancerogene per l'uomo e pericolose per l'ambiente) in aumento da maggio 2013 a settembre 2013 (pag. 3-4 del report Asl vedi allegato con dati e note QUI)
- la necessità di cambiare i filtri a carboni attivi per il punto di immissione "Palestra miscelata" (pag. 4 del report asl) in quanto si è rilevata una concentrazione prossima ai limiti in data 3 settembre 2013.

Dal momento che l' Area ex Alfa è stata oggetto di moltissimi interventi di bonifica, opportunamente strutturati e calendarizzati, ci si poteva aspettare un'inversione di tendenza e una diminuzione di queste sostanze, non un aumento delle stesse a lavori di scavo iniziato!
Notare che la bonifica è avvenuta prima della emissione dei permessi di costruire che il comune di Arese ha rilasciato alla proprietà del centro commerciale appena si è insediata, a giugno 2013 (leggi QUI l'intervista a Imberti).

Quindi, ad avvenuta bonifica e dopo la partenza dei lavori a giugno 2013, il 3 settembre si rilevano dati in aumento in 7 punti di controllo di cui uno addirittura vicina al limite di legge, come riportato nelle conclusioni della relazione asl.

C'è da stare tranquilli?

Nessun commento:

Posta un commento