mercoledì 24 maggio 2017

Atto integrativo AdP area Ex-Alfa: bocciate in consiglio comunale le nostre tre mozioni


Il consiglio comunale riunitosi in data 22 maggio, ha discusso e votato le nostre tre mozioni aventi oggetto l'Atto Integrativo dell'Accordo di Programma nell'area Ex-Alfa, bocciandole tutte.
La seduta è stata videoregistrata: pertanto è possibile rivedere i momenti del dibattito.


Mozione PROTOCOLLO ARIA:  BOCCIATA
La mozione protocollo aria era un impegno ad aderire al protocollo che seppur in aggiornamento non è annullato.  Bocciata: non si può aderire perché i mezzi  nel fine settimana ad Arese sono carenti.
Tutti i paesi limitrofi hanno aderito, come si vede dalla mappa allegata alla mozione (link).  L' amministrazione poteva approvarla come impegno e presa di posizione verso il problema dell'inquinamento da traffico veicolare ormai evidente.
Video dal minuto 1h:22'    al minuto 1h:45'


Mozione ANNULLAMENTO ITER, COINVOLGIMENTO e CONSULTAZIONE: BOCCIATA
La mozione riferita all'annullamento dell'iter ha ricevuto una risposta formale.  Tuttavia, benché nel programma elettorale sostiene di dover "gestire" (a malincuore) una situazione ereditata, è chiaro che amministrazione non ha il mandato per raddoppiare la superficie commerciale dell'area.
La parola referendum (non ammessa dall'attuale statuto) e la parola consultazione,  a questa giunta provoca l'orchite, benché fosse una chiara intenzione programmatica.
La cittadinanza non è adeguatamente informata: il dibattito a valle dell' iter è al momento insufficiente.  Arese aveva votato contro la prima fase dell'AdP e questo va tenuto in considerazione nel prendere decisioni su un'integrazione ed ampliamento!
Troviamo sproporzionata la reazione del sindaco rispetto alla divulgazione del costo pari a 150 milioni di Euro e oltre, della sopraelevata in fase di proposta da parte dell'operatore. Ci chiediamo se la maggioranza ne era stata informata, in quanto il finanziamento di quest'opera e il costo che vi dovrà applicare l' operatore per rientrare dall'investimento, non sono secondari e vanno adeguatamente divulgati e studiati e valutati anche in fase di studio.
Dire che bisogna partecipare ai tavoli per non perdere l' occasione, e non poter rifiutare la variante commerciale proposta dall'operatore, vuol dire dichiararsi come soggetto debole, quando invece l' amministrazione ha il dovere di mettere in primis la salute pubblica e l'interesse pubblico che ne deriva davanti all'interesse dell'operatore privato.
Lo sbilanciamento tra i vantaggi dell'operatore che quintuplica il valore dell'area e gli svantaggi a carico soprattutto della cittadina di Arese in termini di traffico, smog e inquinamento, è troppo a favore del primo.
Dal minuto 2h:20' l'accalorata arringa del Sindaco contro l'opportunità di render nota al Consiglio Comunale la proposta dell'operatore!!  Non si comprende per quale motivo le proposte dell'operatore debbano essere discusse nelle segrete stanze e non meritino di essere condivise con il consiglio comunale, dov'è la trasparenza?   I cittadini non devono essere informati a cose fatte, ma in itinere per portare le dovute osservazioni.
Video dal minuto  1h:46' al minuto 2h:22'

Mozione MONITORAGGI  BOCCIATA
La mozione monitoraggi non è stata discussa nel merito dell'obiezione da cui nasceva, ovvero il conflitto d' interesse tra l' operatore che esegue i monitoraggi dell'aria.
Video dal minuto 2h:23'  al minuto 2h:28'



L' amministrazione deve scegliere se fare dell'area ex-Alfa una nuova Ilva e farci morire prematuramente, oppure spingere l' operatore a proporre un piano con attività compatibili con l'ambiente e la salute dei cittadini. 
Ai tavoli non si va come camerieri!


Visto lo scarso interesse della maggioranza verso l'AdP e di contro l'acceso dibattito sui furti al cimitero, ci riserviamo l'ipotesi di proporre una mozione per selezionare adeguatamente i cani molecolari.





1 commento:

  1. Ma quali camerieri ! Qui si parla di "banda della tartina"!

    RispondiElimina